Fantacalcio Serie A
Salute > Depressione: combatterla con l`attività fisica
Praticare un`attività sportiva migliora l`autostima e tiene lontana la depressione.

Tanto sport per combattere forme lievi o moderate di depressione: è quello che prescrivono ai propri pazienti i medici.

E` importante che l`approccio terapeutico non si limiti alla prescrizione di pillole antidepressive, ma che tenga conto anche di altre strategie.

L`attività fisica può aiutare le persone su più piani:fisicamente, socialmente e biologicamente.

Spesso inoltre facendo sport si incontrano altre persone che sono state nelle stesse condizioni, ma ne sono uscite o stanno meglio.

Sono numerosissime le ricerche che “evidenziano” come l`attività fisica possa aiutare le persone con forme moderate di depressione, migliorando l`autostima e alleviando i sentimenti di solitudine che affliggono in molti casi coloro che ne sono affetti.

Senza considerare che l`esercizio fisico favorisce il rilascio di endorfine, gli ormoni del buonumore.

Tra le strategie per preservare il “benessere psicologico” oltre a una regolare attività fisica, non va sottovalutata anche l`adeguata integrazione di alcune vitamine.

Un recente studio ha dimostrato come i supplementi di vitamine B12 possano aiutare i pazienti a rispondere positivamente agli antidepressivi, mentre un`altra ricerca ha rilevato che bassi livelli di acido folico (vitamina B9) sono associati a una maggiore tendenza della depressione.


Vitamina B12

La vitamina B12 è una vitamina idrosolubile che agisce sulla sintesi del DNA, contribuendo al regolare funzionamento del metabolismo.

In particolare la vitamina B12 ha effetti positivi sulla salute del cervello e del sistema nervoso, promuovendo la crescita e lo sviluppo delle cellule; è inoltre utilizzata anche nella cura dell`anemia perniciosa e può essere utilizzata nelle terapie coadiuvanti nelle polineuropatie.

E` completamente assente negli ortaggi, la vitamina B12 si trova in natura nel: manzo (specie nel fegato), in alcuni tipi di pesce (aringa, sardine, sgombro), nei molluschi, nelle uova, nel latte e nei latticini.

Il fabbisogno giornaliero di vitamina B12 è molto basso ma essenziale: gli adulti sopra gli 11 anni dovrebbero infatti assumerne 2 microgrammi al giorno, che diventano 2,2 per le donne in gravidanza. Per i neonati il fabbisogno giornaliero è di 0,5 mcg, da 1 a 3 anni sale a 0,7, da 4 a 6 anni a 1 mcg e tra 7 e i 10 anni arriva a 1,4 mcg.

Data l`assenza di , ai vegetariani estremi se ne consiglia l`assunzione tramite integratori vitaminici.

La carenza di vitamina B12 si manifesta con i sintomi dell`anemia: senso di affaticamento generale, glossite, gengive sanguinanti; anche depressione e cefalea possono essere tra gli effetti di una insufficiente apporto di vitamina B12.
^ torna su

Calcio e salute sportiva
Quotazioni Fantacalcio Voti fantacalcio Regolamento Fantacalcio Squadre Fantacalcio
Notizie Calcio Squadre Serie A Calendario Serie A Classifica Serie A
Salute e Sport Classifica Fantacalcio Sfide Fantacalcio Rss Calcio